La sfilata di Moschino: che trasforma le top in quadri cubisti

Ispirazione cubista per la nuova collezione Moschino, con le modelle che escono in passerella da una cornice dorata, come le muse di un artista. Come nei periodi di Picasso, la collezione disegnata da Jeremy Scott – in
passerella questa sera a Milano – procede per blocchi diversi. Si parte dall’ispirazione corrida, con gli abiti dipinti a mano con segni di pennellate portati con le giacchine da torero con le spalle importanti e ricoperte di pietre, i cappelli a tema e persino la borsa di pelle nera decorata con le corna rubate al toro. Ecco poi i visi di donna che ricordano Picasso, ricamati in bianco sui lunghi abiti neri e in nero sulle scarpe bianche. Ogni quadro ha bisogno di una cornice, ed ecco le uscite ispirate a cio’ che sta intorno alla tela, dall’abito-scultura pensato per lo show alla sua traduzione piu’ portabile, con gli elementi decorativi delle cornici che diventano un dettaglio dorato sulle spalline degli abiti o sulla fibbia delle decollete’. Chiusura in musica, con l’abito-violoncello in pelle dorata e l’abito-spartito in organza.

 
 
 

About the author

More posts by