Bullismo, Falco (Corecom): “Troppi ragazzi allo sbando, famiglie poco presenti”

Venerdì 14 febbraio a Baiano per la terza tappa di “@scuolasenzabulli”, campagna promossa dal Corecom Campania

 “In Italia solo una famiglia su due è in grado di dettare regole comportamentali sull’utilizzo corretto delle tecnologie digitali e ciò comporta il disorientamento di migliaia di giovani nel nostro Paese. Lo ha detto Domenico Falco, presidente del Corecom Campania presentando la terza tappa di “@scuolasenzabulli”, campagna contro i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, promossa dal Comitato regionale per la comunicazione della Campania, che si terrà venerdì 14 febbraio alle ore 10.30 presso l’Istituto comprensivo statale “Giovanni XXIII – G.Parini” di Baiano (via Luigi Napolitano).
“Il distacco tra nativi digitali e le loro famiglie – ha aggiunto Falco, commentando l’indagine dell’associazione ‘Social Warning-Movimento Etico Digitale’ – rischia di generare incomprensioni e difficoltà che trovano sempre più impreparati gli adulti nel vivere serenamente il rapporto con il web. Nel corso dei nostri incontri con i ragazzi parleremo di come superare questa situazione con l’aiuto dei rappresentanti delle forze dell’ordine, con gli insegnanti e con i genitori in modo da fare fronte comune contro il bullismo”.
All’incontro interverranno Rosa D’Amelio (presidente del Consiglio Regionale della Campania), Enrico Montanaro (sindaco del Comune di Baiano), Vincenzo Serpico, Dirigente Scolastico, Ivana Nasti (direttore del Servizio Ispettivo dell’Agcom), Antonio Bruscino (comandante Stazione Carabinieri di Baiano, Luciano Fasolino (Comandante Tenenza Guardia di Finanza di Baiano), Umbertina Picano (Ispettore Superiore Polizia Postale), Giampiero Esposito e Michele Cotogno (assistenti capo coordinatori) e Anna Napolitano, Referente Bullismo dell’Istituto.

 
 
 

About the author

More posts by