Alle donne di Mustafà il Premio Silvana Cariello

A cura di Teresa Lucianelli

Premiate le sorelle Anna e Rossella De Gennaro per 1a Edizione del riconoscimento istituito dall’Accademia italiana della Cucina

È dedicato alla memoria di Silvana Cariello Corbino ed è rivolto alle donne impegnate nel campo della ristorazione come maitre di sala, chef e sommelier, il premio istituito dall’Accademia italiana della Cucina – fondata da Orio Vergani nel 1953 – Delegazione Penisola sorrentina.

Donne come tante, che credono nella loro attività e la svolgono con impegno, dedicando ad essa buona parte della propria esistenza, con semplicità.

I primi riconoscimenti sono stati attribuiti a

alla genuina direttrice di sala e maitre de table Rossella De Gennaro e alla capacità culinaria di sua sorella Anna De Gennaro, chef del loro ristorante Mustafà alla Marina di Aequa.

L’accoglienza semplice ed allo stesso tempo calorosa nel tipico stile dei ristoratori della penisola Sorrentina: sono questi i motivi di tale riconoscimento: il loro connubio “è stato l’elemento decisivo per l’assegnazione del premio ad entrambe le due donne per la prima edizione nell’anno 2017 – spiegano i responsabili dell’ Accademia – Si è ritenuto così di dare piena attuazione al contenuto e al significato del riconoscimento: premiare ed implementare la sempre maggiore presenza di donne capaci di fare ristorazione nell’alveo della grande tradizione della Penisola sorrentina e contemporaneamente mantenere l’identità territoriale in Cucina e in Sala”.

La Commissione che ha indicato le destinatari dei premi per il corrente anno era composta da: Sergio Corbino presidente del Centro Studi Nazionale dell’Accademia e Giuseppe De Simone delegato per la Penisola sorrentina, Domenico Salierno consultore,Renato Rocco socio, Luciano Pignataro giornalista eno-gastronomico.

 
 
 

About the author

More posts by