“Zona Rossa: I Campi Flegrei e il Rischio Vulcanico”: a Pozzuoli il punto della situazione. Convegno dell’Associazione Liberass

A cura di Teresa Lucianelli

“Zona Rossa: I Campi Flegrei e il Rischio Vulcanico” se ne parla a Palazzo Toledo a Pozzuoli, Polo della Cultura, via Pietro Ragnisco.
La manifestazione è promossa dall’Associazione Liberass (www.liberass.org), ente no profit attivo sul territorio puteolano e si pone l’obiettivo di
pozzuoli-1fare il punto della situazione sul rischio vulcanico, dopo l’estensione della “Zona Rossa” ad aree che precedentemente non erano inserite nei piani di emergenza, ma potenzialmente esposte all’invasione di flussi piroclastici.
Infatti, il percorso di aggiornamento della zona rossa flegrea è iniziato a gennaio 2013, con la consegna del documento del Gruppo di lavoro della Commissione Nazionale, incaricata nel 2009 di ridefinire lo scenario eruttivo e i livelli di allerta. Il Dipartimento ha sottoposto questo documento alla Commissione grandi rischi, Settore rischio vulcanico, che ha quindi fornito le proprie valutazioni e raccomandazioni sulle modalità di revisione della zona rossa.
Al dibattito partecipano il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, l’avv. Maria Grazia Siciliano, presidente Liberass, il prof. Giuseppe De Natale, dirigente INGV- Osservatorio Vesuviano; Il prof. Giuseppe Luongo, emerito Università di Napoli Federico II; l’arch. Franco Alberto De Simone della Protezione civile e Claudio Correale, presidente dell’Associazione “Lux In Fabula” che presenterà il Museo Storico Antropologico sul Bradisismo di Pozzuoli. A moderare, il giornalista Nello Mazzone.
Patrocinato dal Comune di Pozzuoli e dall’Associazione della Stampa Campana “Giornalisti Flegrei” l’interessante incontro gode del supporto del Consorzio Valore Cultura, che riunisce alcune associazioni flegree, da “Lux In Fabula” e Dialogos Comunicazione.

 
 
 

About the author

More posts by