Neve di primavera: Vesuvio imbiancato

Tra le zone finora piu’ colpite il Napoletano: oltre che sul Vesuvio dalla vetta alla pianura come avvenuto gia’ a meta’
settimana, la neve ha fatto la sua comparsa fino alle aree a sud
di Salerno. I residenti nella zona del vulcano si sono
risvegliati con un cielo decisamente nuvoloso e con un forte
calo delle temperature, scenario che stando alle previsioni
dovrebbe perdurare durante tutto il fine settimana. L’abbondante
nevicata che si e’ abbattuta sui territori a sud di Salerno ha
riguardato soprattutto i comprensori del Tanagro e Vallo di
Diano. Sin dalle prime ore del mattino sono entrati in azione i
mezzi spazzaneve e spargisale per assicurare la viabilita’ sulle
principali vie di comunicazione.
Dalla tarda serata di venerdi’ la neve, caduta poi con
insistenza anche durante la notte, ha interessato parte della
provincia di Potenza e ha creato qualche disagio alla
circolazione automobilistica. A Potenza il sindaco Mario
Guarente ha invitato i cittadini a “uscire solo in caso di
necessita’ improrogabili”: in citta’ , infatti, sono caduti almeno
20 centimetri di neve.
E la neve e’ tornata anche sulle cime piu’ alte dei monti
Dauni, nel Foggiano: in vari comuni strade e tetti delle case
sono stati ricoperti uno strato di pochi centimetri di neve. Non
si sono registratati disagi alla circolazione stradale.
Nevicate in quota anche nella provincia di Isernia. Dai paesi
dell’Altomolise a quelli del Matese ha raggiunto qualche
centimetro di altezza. Le temperature sono molto inferiori alla
media stagionale: -7 gradi a Capracotta. Anche a Isernia la
colonnina di mercurio segna lo zero termico. Nessun disagio
sulle strade o al Valico di Castelpetroso.
E le previsioni avvertono che non e’ ancora finita,
soprattutto al sud. Domani al Nord la giornata sara’
caratterizzata da generali condizioni di bel tempo con il cielo
che si presentera’ prevalentemente sereno o al massimo poco
nuvoloso sui settori montuosi. Al Centro la domenica sara’
contraddistinta da un tempo piu’ instabile sugli Appennini dove
si potranno verificare nevicate a bassa quota. Instabile sulla
Sardegna orientale con neve a 500 metri.
Al Sud, invece, generali condizioni di maltempo diffuso e via
via piu’ intenso sulla Sicilia anche con piogge battenti e
temporali. Neve su Campania, Basilicata e Puglia fino in bassa
collina.
Infine, problemi in montagna per il gelo e le valanghe: uno
scialpinista francese e’ rimasto ferito dopo essere stato
travolto al Col Fourchon, a 2.500 metri nella zona del Gran San
Bernardo, in Valle d’Aosta. E’ stato estratto dalla neve in
ipotermia e portato all’ospedale Parini di Aosta. In Toscana,
ghiaccio e vento hanno bloccato sulle Apuane un gruppo di
escursionisti, che sono stati salvati con gli elicotteri.

 
 
 

About the author

More posts by