Torna “Napoli è donna. Premio Lydia Cottone”

La terza edizione dell’evento vede tra le premiate la chef stellata Marianna Vitale, la paralimpica Imma Cerasuolo, la direttrice generale di Smau Valentina Sorgato e la consegna del premio alla carriera all’attrice Isa Danieli. “Napoli e’ donna. Premio Lydia Cottone”, rileva una nota degli organizzatori, ”e’ il riconoscimento dedicato all’artista partenopea scomparsa alla fine degli anni Novanta autrice, tra l’altro, della scultura dedicata a Salvo D’Acquisto a Napoli”. La terza edizione del premio, organizzato e curato da Terziario onna Confcommercio Napoli, ”intende premiare tutte quelle donne, giornaliste, attrici, medico, ricercatrici, scrittrici, artiste, imprenditrici che lavorano con dedizione e successo dando lustro a Napoli e alla Campania ma che alcune volte rimangono nell’ombra”. “La bellezza salvera’ il mondo” e’ il tema della manifestazione che si terra’ venerdi’ prossimo, 16 febbraio, alle 11 nella sala del Complesso di Santa Maria La Nova. Spiega Arianna Cavallo, presidente del gruppo Terziario Donna Confcommercio Napoli: “Questa edizione e’ stata la piu’ faticosa da organizzare perche’ per la prima volta abbiamo deciso di svolgere la cerimonia in un luogo diverso dalla nostra sede. Abbiamo scelto Santa Maria La Nova perche’ in questo magnifico complesso sono conservate alcune opere dell’artista Lydia Cottone. Siamo pronti ad accogliere il pubblico e tutti i cittadini che vorranno conoscere le donne napoletane che alacremente e ogni giorno lavorano per fare
grande la nostra citta'”. Quest’anno il premio sara’ conferito a 24 donne ”le quali, giorno dopo giorno, prendono coscienza della loro forza ed affermano sempre piu’ il proprio valore nelle comunita’ dove operano, grazie soprattutto alla propria dedizione, alla passione, alla sensibilita’, alla tenacia”. ”Terziario Donna fin dal primo giorno ha guardato oltre il proprio settore ritenendo che solo facendo rete tra le eccellenze si possano portare esempi positivi, come le quattro giovani donne talentuose che riceveranno il riconoscimento, soprattutto in un periodo molto difficile come quello che stiamo vivendo” sottolinea ancora Cavallo.

 
 
 

About the author

More posts by