Tendenza: la sposa resta una principessa romantica

Nei matrimoni al tempo del web cambia tanto, quasi tutto, tranne lei, la sposa che continua a voler ritagliarsi uno spazio romantico nel mondo 2.0 che la circonda. La sposa del 2017 vista in questi giorni a Si Spositalia, la principale tendenza-2rassegna italiana del settore in corso in questi giorni a Fieramilanocity, e’ quindi una sorta di principessa Leila di Guerre Stellari: inviera’ le partecipazioni con WathsApp, fara’ la lista nozze su uno dei principali siti  dell’e-commerce, fara’ partecipare le amiche alle difficili scelte di abito e accessori attraverso i social e ne ricevera’ i pareri, provera’ mille abiti utilizzando un nuovissimo ‘specchio magico’. Ma alla fine scegliera’ da sola, terra’ il segreto sullascelta definitiva e nel momento che conta,  il giorno del si’, l’aggettivo piu’ usato per descriverla sara’ ancora una volta ‘Romantica’. Intanto moderno o tradizionale che sia il matrimonio continua a rappresentare un costo non indifferente che anche in tempi di crisi non smette di crescere: secondo i dati del 2016 di Federconsumatori, per organizzare il proprio matrimonio si arriva a spendere fino a oltre 60.000 euro per un ricevimento da 100 invitati. Per il resto la tendenza innovativa e’ praticamente tutta legata al web: dalle pagine social che condividono in tempo reale gli scatti realizzati dagli invitati al matrimonio, alle partecipazioni inviate via chat, o social network. Online sono ormai poi anche molte liste nozze, promosse dai piu’ diffusi siti di e-commerce e dedicate all’acquisto di un unico prodotto (soprattutto il viaggio di nozze), o di tanti oggetti richiesti dagli sposi, dagli accessori per la casa agli elettrodomestici. E anche la complicatissima scelta dell’abito oggi e’ tanto legata alle tecnologie digitali: a Si Spositalia e’ stata presentata da un’azienda di Milano la Virtual Fitting Room una specchio che consente alla sposa di scoprire le mise piu’ adatte a lei semplicemente scorrendo le dita su un touch screen.
Ma quando l’abito, quello reale, sara’ finalmente scelto,
niente piu’ condivisioni online. Un piccolo, grande segreto che
sara’ svelato, come da tradizione, solo nel giorno del si’. In
controtendenza a matrimoni sempre piu’ digital, questo magico
outfit torna, infatti, nel 2017 alle origini anche se con un
senso moderno e del tutto libero dalle citazioni del passato. La
manica diventa strategica per la personalita’ dell’abito:
trasparente e ricca, a sbuffo, cita il Rinascimento, gli Anni
Cinquanta, e perfino ‘Guerre stellari’. L’abito nuovo poi
ripudiera’ il sexy a tutti i costi, le esagerazioni, il nude
look, l’effetto guaina, il ‘troppo’ sotto ogni punto di vista,
sara’ bianco e luminoso, fluido o vaporoso. ma sempre palesato
con il tulle plissettato come fosse un gioco di ventagli, con
strascichi importanti e vanitosi che partono ora dalla vita ora
da meta’ gamba per ‘svolazzare’ in maniera del tutto indipendente
dall’abito, con ‘collane’ gioiello posizionate lungo i passaggi
strategici: la vita o uno scollo arzigogolato, con veli ariosi e
mai statici. Mentre i tessuti fanno chiaro sfoggio di leggiadria
e volano come fossero quelli delle fate. Fra i decori, oltre ai
punti luce, splendidi splendenti, le frange dal folk al deco, in
seta sottili e infinitesimali o in micro perline come fossero
inanellate, pronte a regalare un suggestivo effetto ‘mosso’.
Da registrare la dominanza assoluta dell’abito tutto d’un
pezzo con qualche eccezione: la blusa, la T-shirt, il bomber, la
camicia, pronti a dar vita a personalissimi due pezzi, senza
tradire mai l’imperativo categorico del romantico.

 
 
 

About the author

More posts by