Spazio alle Star Della Cucina Internazionale: “I Grandi Nomi a Confronto”

Sono stati alcuni tra i giovani più promettenti della ristorazione italiana a dare il via all’attesa decima edizione de Le Strade della Mozzarella, il congresso internazionale di cucina d’autore che per due giorni, mercoledì 19 e giovedì 20 pol-1aprile, farà di Paestum l’ombelico del mondo enogastronomico. Barbara Guerra e Albert Sapere, i due ideatori di LSDM, hanno moderato l’incontro che ha visto protagonisti sei under 30 che già rappresentano il futuro della cucina italiana: Luca Abbruzzino, dell’Antonio Abbruzzino alta cucina locale di Catanzaro, Marco Ambrosino, del 28 posti di Milano, Martina Caruso, del Signum di Salina, Lorenzo Stefanini, de Il Giglio di Lucca, Floriano Pellegrino, del Bros di Lecce, e Oliver Piras, dell’Aga Restaurant di S. Vito di Cadore.

Spazio poi ai grandi nomi internazionali: Josean Alija, chef del Nerua, il ristorante collocato all’interno del museo Guggenheim di Bilbao, Tomaz Kavcic del Gostilna Pri Lojzetu di Vipava, in Slovenia, e Anna Hansen, del The Modern Pantry di Londra. Non da meno le performance delle star italiane: da Gennaro Esposito a Antonello Colonna, passando per Luca Vissani, Nino Di Costanzo, Francesco Apreda, Matteo Baronetto, Antonio Guida, Cristoph Bob, Gaetano e Pasquale Torrente. Tra questi anche Martino Ruggieri, partito dall’Italia e ora chef di un tempio dell’alta gastronomia come il Pavillon Ledoyen di Parigi. Protagonista chiaramente nei piatti la regina dell’evento, la Mozzarella di Bufala Campana DOP – insieme ad altre eccellenze del territorio – interpretata da tutti in modo originale e goloso.

Grande l’attenzione riscossa anche dal mondo della pizza, sempre più in fermento. Preziosi in tal senso gli interventi dei Francesco Salvo, dell’omonima pizzeria di San Giorgio a Cremano, di Ciro Cristiano del Big Mamma e Franco Manna di Rossopomodoro.

“Compito” per tutti i presenti quello di cercare di “risolvere” il rapporto, spesso difficile, tra “qualità e quantità”, tema della decima edizione di LSDM, la prima che vede in cabina di regia Formamentis, realtà leader nella realizzazione di percorsi formativi nel settore agroalimentare ed enogastronomico.

Grande successo anche per gli altri momenti della manifestazione, allo stesso modo nobilitati dalla presenza di personaggi di spicco del mondo dell’alta ristorazione, dagli Atelier – Pasta e pomodoro, Il fritto, Pomodoro e Mozzarella di Bufala Campana DOP, Il Panino d’autore, La Pasta fresca – alle masterclass su formaggi e bere miscelato, passando per “La Compagnia Gelatieri”.

 
 
 

About the author

More posts by