Sarri: Milik come Higuain? rifiuto questo paragone

Primi in classifica? Questa cosa mi fa ridere perche’ la classifica e’ incompleta. Mi sembra una battuta. Non era un gara semplice perche’ il Bologna e’ una squadra in salute. Nel primo tempo dovevamo chiudere la gara, sarri 1inveceabbiamo  lasciato in vita degli avversari che potevano gia’ essere messi fuori partita. Dopo il pari abbiamo sbandato un po’ ma poi ci siamo ripresi: per le occasioni create la vittoria e’ meritata”. Dai microfoni di Premium Sport, Maurizio Sarri analizza la vittoria del suo Napoli contro il Bologna. Gli chiedono di Milik, e se lo ritenga forte come Higuain. “E’ un paragone che mi rifiuto di fare, perche’ e’ un ragazzo di 22 anni, alla prima esperienza in un campionato importante – replica il tecnico -. Non posso paragonarlo a un giocatore straordinario che forse in questo momento e’ il miglior centravanti del mondo. Milik deve fare la sua strada, ha qualita’ tecniche, fisiche e umane enormi ma non deve assolutamente pensare di paragonarsi a Higuain”. Poi, anche dai microfoni di Sky, sull’attaccante polacco Sarri ha spiegato che “mi ha sorpreso a livello realizzativo ma non di qualita’ del giocatore, ero sicuro che questo e’ un giocatore fortissimo. Bisogna lasciarlo sereno, non e’ che sia un giocatore che in questo momento si puo’ paragonare ai grandi centravanti europei, deve crescere. Sta bene e ne sta approfittando, ma questo e’ un ragazzo che ha ancora margini ed una crescita da fare, deve stare sereno e tranquillo”. “Non sono un allenatore che impone volonta’ sul mercato – ha aggiunto -, quando mi hanno chiesto quello che pensavo di Milik ho fatto una valutazione estremamente positiva sul ragazzo. Gli gli ho dato una valutazione estremamente positiva perche’ mi piace
moltissimo”. Una battuta, sempre a Sky, anche sul primato in campionato e la sfida con la Juventus. “La differenza economica con la Juve e’ cosi’ vasta – ha detto – che la Juve fara’ il campionato che fa il Bayern Monaco in Germania e il Psg in Francia oppure Barcellona e Real Madrid in Spagna. La realta’ e’ questa purtroppo, se loro non faranno caz… enormi, e solitamente non ne fanno, la realta’ e’ questa”.

 
 
 

About the author

More posts by