Natale: sondaggio, tradizione, eco-friendly, sushi e vegano

Il re panettone, i tortellini in brodo, l’albero e il Presepe e gli allestimenti della tavola delle feste. La maggioranza in casa (70%), un 30% per cento in viaggio, con itinerari piu’ che altro in Italia e in Europa. Tutto quindi secondo la tradizione del Natale degli italiani, ma a tavola compaiono il sushi e il vegano, mentre per gli allestimenti ormai la parola d’ordine e’ eco-friendly. E chi sceglie un Natale o un Capodanno in viaggio gira per l’Italia o per le capitali europee anche se sogna le Maldive o la Lapponia di Babbo Natale. La fotografia delle festivita’ degli italiani – arriva da un sondaggio condotto insieme dalle tre grandi Rassegne internazionali di FieraMilano – Tuttofood, (il Salone internazionale dell’Agroalimentare dal 17 al 20 maggio 2021), HoMi (Salone internazionale degli stili di vita dal 24 al 27 gennaio 2020) e Bit (Borsa internazionale del Turismo, 9-11 febbraio 2020) con la Camera di Commercio di Milano e Confcommercio. Secondo le risposte degli intervistati a tavola durante le festivita’ non mancheranno panettone (73%) e tortellini in brodo (44%), ma anche pandoro (33%) e cappone (16%). Irrompono pero’, anche in una festa cosi’ legata alla tradizione, le lasagne vegetariane (il 33% dei vegani le ha scelte come primo piatto), pandoro di farro (13%), e addirittura il Sushi (indicato dal 14% del totale generale). Per i regali i pacchetti eco-friendly, le decorazioni preferite sono quelle a basso impatto ambientale, sulla tavola non mancheranno le candele (fondamentali per il 52%) e le decorazioni commestibili (24%). Ovviamente non possono mancare gli alberi di Natale (43%) e il Presepe (38%), mentre il 22% decora la propria casa anche con le corone natalizie. Chi invece ha scelto un Natale in viaggio indica in una cifra che va da 1.000 ai 2.000 euro il budget disponibile. L’Italia e le capitali europee (Parigi, Londra, Copenhagen, Praga) le mete preferite. Interessante e’ scoprire che anche chi non viaggia, o hi si concede solo viaggi brevi, in realta’, sia pronto a sognare in grande. Infatti, se si potesse esagerare, il 38% ha indicato come meta dei sogni le Maldive e il 35% i sentieri di Babbo Natale in Lapponia.

 
 
 

About the author

More posts by