Maltempo: Legambiente, territori italiani sempre piu’ “fragili “

L’Italia e’ colpita da fenomeni atmosferici sempre piu’ intensi, frequenti e localizzati, che ormai ogni anno provocano alluvioni, smottamenti e frane, e sono le conseguenze del riscaldamento globale in atto. Per questo “e’ urgente un tempo 1Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici”. quanto chiede Legambiente, che invita i Paesi partecipanti alla Conferenza Onu di Parigi a non sottovalutare l’emergenza. Gli eventi estremi mettono in pericolo la vita delle persone e sotto pressione un territorio gia’ in larga parte a rischio idrogeologico e reso vulnerabile dal crescente consumo di suolo, sottolinea Legambiente. Sono circa 140 i principali fenomeni meteorologici estremi che hanno provocato danni dal 2010 a oggi, mentre negli ultimi 16 mesi i danni legati alle emergenze idrogeologiche ammontano a 7,9 miliardi di euro e da maggio 2013 sono stati aperti 40 stati di emergenza. Gli interventi a tutela del territorio sono prevalentemente interventi puntuali di difesa passiva, quando invece – dice il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza – occorre “definire un Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici che contenga indicazioni concrete per mettere in sicurezza le persone e adattare i territori e le citta’. imprescindibile ridurre le emissioni di gas serra e investire per la messa in sicurezza dei territori. Due obiettivi che devono essere fissati in modo obbligatorio nell’accordo internazionale che uscira’ dalla Conferenza sul clima di Parigi

 
 
 

About the author

More posts by