Malazè: eno-archeo-gastronomia nei Campi Flegrei, “tutti gli eventi”

A cura di Teresa Lucianelli

Fervono i preparativi per la XII edizione di Malazè, evento eno-archeo-gastronomico flegreo in programma dal 2 al 19 settembre nei territori dei comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida, Giugliano e Napoli.
melaze-1Alle quattro sezioni in cui è articolato, Gusto, Miti e Storie, Archeologia e Natura, si aggiungono Malazè dei bimbi e l’evento speciale dedicato alla solidarietà, in calendario lunedì 4 settembre: La Bottega & Friends, nella residenza storica di Villa Avellino a Pozzuoli. Una grande festa con la Nuova Compagnia di Canto Popolare che include un percorso enogastronomico ed una raccolta fondi mirata, destinata ai ragazzi down.
Nella sezione Gusto – di seguito il programma completo – grande spazio ai vini, eccellenza del territorio, con le due doc Falanghina e Piedirosso dei Campi Flegrei. Questa edizione, in particolare, punta l’attenzione sui vini prodotti in vigne a piede franco, una delle caratteristiche di maggior pregio del territorio flegrei.
Il programma prevede una serie di appuntamenti e degustazioni, alcune gratuite, come qui segnalato, altre a melanze-2contributo minimo, altre a ticket variabile (riferimenti info tra parentesi).
Si inaugura sabato 2 settembre (ore 17,30) con “Il Piede Franco, l’importanza delle radici”, seminario e degustazione sui vini da vigneti a piede franco a cura dell’Ais, l’Associazione Italiana Sommelier, Delegazione di Napoli. Appuntamento a Maison Toledo in via Pendino san Giuseppe, 18 a Pozzuoli. Verrà presentata la ricerca dell’Università Federico II e di Cantine Astroni sul piedirosso doc dei Campi Flegrei. A seguire la degustazione guidata di vini toscani da piede franco -Vigna alle Nicchie, Pied Franc Toscana e Le viti di Livio Antico Lamole – con Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli. Seguono banchi d’assaggio con bollicine flegree e le pizze dell’enopanetteria I Sapori della Tradizione di Stefano Pagliuca.
Info: info@aiscampania.it – 3356790897
Domenica 3 è interamente dedicata al vino. Su parte alle ore 10,30 con “Campi Flegrei, Ischia e Capri: i bianchi 2016” a cura del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri a Maison Toledo, in via Pendio san Giuseppe, 18 a Pozzuoli. Degustazione per valutare la peculiarità e le sfumature dei vini bianchi flegrei della vendemmia 2016. Intervengono: l’enologo Gerardo Vernazzaro del Consorzio di Tutela Vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri, malanze-2Tommaso Luongo, delegato Ais Napoli Referente Campania, Guida Vitae dell’Ais, Luciano Pignataro, giornalista – Luciano Pignataro Wine Blog, Monica Coluccia freelance. (Ticket, info: consorziocfic@gmail.com)
Dalle 18,30 alle 23, “Sulphur & Wine. Vulcano dentro, dentro al Vulcano Solfatara”, a cura del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri. Quindi, degustazione al tramonto, nell’incantevole scenario lunare del Vulcano Solfatara, sottofondo musicale a cura del dj Mario Bianco. Riflettori sui vini dei Campi Flegrei, Ischia e Capri e gli altri vini da suolo vulcanico provenienti dal Vesuvio, dal Vulture, dal Soave, dai Colli Euganei e dalla Tuscia: un incontro oltre che un confronto sulle diverse sfumature del vulcano nel bicchiere. I vini saranno accompagnati da piccoli assaggi di cucina tipica e prodotti Flegrei preparati per l’occasione da: Nando Salemme di “Abraxas”, Michele Grande della Bifora e Roof & Sky, e gli chef di “Villa Gitana”. Si seguito spettacolo teatrale tristocomico di Arianna Porcelli Safonov. (Ticket, info: consorziocfc@gmail.com)
Martedì 5, alle ire 20,30 “La Cucina di mare di Michele Grande, il Piedirosso e le temperature di ‘Fresh’di Nando Salemme al ristorante Abraxas Osteria (via Scalandrone, 15) a Pozzuoli. Nando Salemme, prima con il winebar e con l’osteria poi, è stato il primo nei Campi Flegrei e uno dei primi in Campania, ad ospitare produttori di vino da vari luoghi d’Italia. Serata incentrata sulla cucina di mare di Michele Grande ospitato e coadiuvato dallo chef Tommaso Di Meo, tra i protagonisti del progetto cucina di Abraxas. (Info: 0818549347 – 3276998839)
Mercoledì 6, ore 20, “Elogio al baccalà! La terra incontra il mare…con i vini dei Campi Flegrei” all’Osteria D.o.c. (Corso Umberto I nr. 181) Pozzuoli: sette ricette e sette storie di nonne e vecchie zie, baccalà superstar, considerato un tempo il pesce dei poveri, ora trionfa sulle tavole stellate. (Ticket, info: 3479757977 – bernardopareres@libero.it)
Giovedì 7, ore 20,30, medici ed esperti si confrontano a Bacoli, al Ristorante la Cucina di Venere (via Lucullo, 112) su “Il pesce azzurro nella dieta mediterranea, benefici per la salute”. Ne discutono i medici della G.o.r.i.: Raffaele Di Francia Raffaele e Armando D’Orta. Degustazione a base di pesce azzurro abbinato con vino della cantina Matilde Zasso. (Ticket, info: 3923390564-emiliodifrancia@tiscali.it)
Venerdì 8, dalle ore 17,30, ArcheoGustiamo i Campi Flegrei al Ristorante da Fefè (via della Shoah, 16, Bacoli) e all’Agriturisno Don Salvatore (via Cappella 313, Monte di Procida). Visita guidata alla necropoli romana e al caratteristico borgo del Casale della frazione di Cappella. Ritorno in azienda e aperitivo a base di Falanghina. A seguire pranzo a “bordo mare”, nello scorcio di Casevecchie. (Ticket, info: 3299657837 – luigicola88@hotmail.it. Cibus de beatitudine (ore 19,30) Home like Gallery in via Scotto d’Aniello, 4 a Bacoli. Per Malazè Cena Convivium sulla felicità “Cibus de beatitudine”. In esposizione opere realizzate a tema da artisti flegrei, banchetto. (Ticket, info: 3335209334 – luccifilomena@gmail.com).
L’evento si replica venerdì 15.
Sabato 9, ore 11, Terra Flegrea Food Archeo e Canoa – Navigando come antichi eroi a cura di Culturavventura, ArteMide, Cantine dell’Averno e Complesso Lo Scoglio, passeggiata in canoa guidata dalla guida-istruttrice Lory. Si incomincia con una lezione-base, dopo la visita guidata performance attoriale dal nome “Terra Flegrea”, brindisi e piatto mare. (Ticket, info: 339.41.95.725 – info@lorymarchese.it).
Ad ingresso gratuito: Il Paniere Flegreo e dei Territori Campani al Giardino dell’Orco sul lago d’Averno (dalle ore 10) organizzato da Slow Food Campi Flegrei con Slow Food Campania. In particolare, il Paniere Flegreo accoglie per Malazè l’intera biodiversità regionale fatta di prodotti e storie. Il Mercato dei produttori vedrà anche i Laboratori del Gusto e dalla presentazione del progetto “Storie di Terra Madre in Campania”. Accesso free. Info: 3496936357 – slowfoodcampiflegrei@alice.it.
“Viaggio, con Poleus, nella storia gastronomica dei Campi Flegrei: 6 piatti per 6 epoche”. (ore 20,30) A cura di Ruggiero Peluso e La Cucina di Ruggiero (via Lucrino Intorno al Lago, 3, Pozzuoli). Ruggiero “Poleus” sarà il protagonista di un magico e affascinante viaggio nel tempo del mondo gastronomico, dai ritrovamenti gastronomici dell’Isola di Vivara e di Nola, passando poi per la cucina della Grecia: arcaica e classica, per quella della cucina romana imperiale, quella medioevale ed infine il viaggio nei sapori e negli odori del cibo del mondo antico, terminerà con uno dei piatti della cucina più vicina a noi dell’epoca borbonica. (Ticket, info: 0818687473 – 3338475510)
A contributo minimo: Martedì 12, ore 18, Villa Matarese (via Filomarino, 90) a Monte di Procida: “Il Sapore è ricco di Sapere – Monte di Procida 110 anni di Gusto”. Il Comune di Monte di Procida con la Pro Loco di Monte di Procida e alle associazioni Sinergie Campane, Arche, Rione San Giuseppe e Radio Piazza Live. 110 candeline per il Comune di Monte di Procida; si festeggia con le gustosità della cucina, del mare e della terra che la Terrazza dei Campi Flegrei. (Ticket € 7. Info: 333 35 77 746 – infoprolocomdp@gmail.com).
“Formaggi freschi e bollicine: Carmasciando tra utopia e pragmatismo” alle ore 20,30 da Abraxas Osteria (via Scalandrone, 15 Pozzuoli) conFeudi San Gregorio, Angelo Nudo, Roberto Maseli, giornata speciale con l’azienda agricola Carmasciando; laboratorio dedicato ai ristoratori e serata per cena, con menù della cucina di Abraxas e degustazione guidata con esperti affinatori e produttori di formaggi, il tutto accompagnato dalle bollicine campane Dubl della cantina Feudi di San Gregorio. (Ticket, info: 081.8549347 – 327.6998839).
Mercoledì 13 – (Ore 20). Fuoco, farina e mare – A ognuno la propria farina. Collaborazione tra le pizzerie La Dea bendata, Il Colmo del Pizzaiolo e Ammaccàmm in collaborazione con Laura Gambacorta. Ciro Coccia, Federico Guardascione e Salvatore Santucci, tre maestri pizzaioli d’eccellenza della zona flegrea, in collaborazione con la giornalista Laura Gambacorta, porteranno le loro pizze e le specialità di altri artigiani del gusto in riva al mare presso il Tibidabo restaurant on the beach di Miliscola (via Miliscola, 57) dove si uniranno al pizzaiolo residente Emiliano Esposito. Ognuno di loro realizzerà un impasto con un tipo di farina allo scopo di fare conoscere i vari modi di interpretare la pizza. Ticket € 25. Per info e prenotazione, obbligatoria, tel. 3463003491– lauragambacorta@gmail.com; (ore 20) Senza sale c’è piu gusto di Angelo Carannante (Ristorante Caracol) e Enzo Di Giovanni (Ristorante Calamoresca). Cena degustazione a 4 mani con due punte di diamante del Gruppo il Gabbiano. La serata, quasi un gioco, vedrà la presenza di alcune portate, preparate in modo anonimo, senza conoscere prima lo chef, ma soprattutto senza l’aggiunta di sale. Lo scopo della serata è quello di sensibilizzare ad un uso consapevole del sale, elemento molto presente nella nostra cucina e spesso abusato. Ticket € 60. Info: 081.5233052 info@caracolgourme.it L’evento si terrà al Ristorante Caracol, Via Faro n° 44, Bacoli
Giovedì 14 – (Ore 21). Mangiamo di nuovo con le mani al Ristorante la Locanda del Testardo (via Lucullo, 100, Bacoli). La Locanda del Testardo ripropone l’affascinante percorso enogastronomico dove è del tutto bandito l’uso delle posate. Un’intrigante esperienza sensoriale nella quale il primordiale utilizzo delle mani contribuisce alla sublime esaltazione del gusto. Ticket € 40. Info: 3331545317 – 3396931233 – info@lalocandadeltestardo.it
Venerdì 15, ore 20, Cantine dell’Averno, presso l’omonimo lago: L’albero delle acciughe a cura di Artemide, Cantine dell’Averno e dell’attrice Mariella Fabbris. Sapori mediterranei e storie antiche degustando pane, acciughe e vino. Avvolti da un appassionante racconto “L’albero delle acciughe “, liberamente tratto dal libro di Nico Orengo, “Il salto delle acciughe” ed interpretato da Mariella Fabbris: è una acciuga proprio la protagonista, la putina, pescata e trasformata con un profumo unico e prezioso che sa di mare e degli odori dell’orto, a cura di Mariella e Emilio. Parlerà del pesce azzurro del nostro golfo, Fulvio Giugliano del Consorzio di Gestione del Pescato Campano. Info: 3471594511 – artemide.ass@virgilio.it
Sabato 16, ore 11,30: A spasso con il Lupo! All’Agriturismo Don Salvatore (via Cappella, 313) a Monte di Procida. Sotto gli agrumi dell’Azienda Agricola Km 0 stendiamo i “plaid accompagnati da un lupo d’eccezion” il cuoco Luigi Colandrea. Per ogni partecipante è prevista l’accoglienza con il classico panierino, contenente ogni prelibatezze. Poi, brace e fritti da degustare in punta di dita, danzando sui Canti Briganti del Sud. (Ticket per adulti) e bambini, info: 3299657837 – luigicola88@hotmail.it).
Ad ingresso libero: Il Caffè dei Campi Flegrei incontra le spezie dal mondo: ore 18, Antica torrefazione Caffè Delizia (via Cuma, 79) a Bacoli: percorso di storia, di aromi e di gusto, in la torrefazione artigianale dei Campi Flegrei, che esegue la tostatura dei suoi caffè con pregiati legni, sposerà spezie di varie provenienze utilizzando la cuccuma napoletana. Nell’occasione si degusteranno dolcetti a base di farine antiche. Il percorso sarà accompagnato da letture sulla storia del caffè. Info: 3351918393 info@caffedelizia.eu
Domenica 17, ore 18, Aperitivo in Vigna, ritorno alle origini… alle Cantina La Sibilla (via Ottaviano Augusto, 19) a Bacoli: passeggiata tra vigne e orti flegrei e splendido resti dei siti archeologici dell’antica Baia imperiale; sotto il patio di uva falanghina, con marenna contadina. Una serata conviviale con i contadini della famiglia Di Meo. (Ticket, info: 3296007442- accoglienza@sibillavini.it).
Ore 20: Innamorarsi di una cozza, Ristorante Cozza Mia (via Ripuaria, 262) a Giugliano in Campania: “viaggio insieme alla cozza, presente su tutte le tavole degli abitanti flegrei”, con degustazione di prodotti del territorio campano. (Ticket, info: 3395867050 info@cozzamia.it
Lunedì 18, ore 20: Ode al Pomodoro Cannellino alla La Fescina Nuova Hostaria Flegrea (Corso Italia, 261) Quarto, con Monica Piscitelli e Tommaso Luongo. Ode al pomodoro… flegreo: il cannellino, al centro di una attività di valorizzazione, un cammino appena intrapreso, sulla scia di altre autorevoli varietà quali il Piennolo del Vesuvio, il San Marzano e pure dal Verneteco Sannita.
Dario De Gaetano e Antonio Apa de “La Fescina” danno luogo ad un incontro tra pomodori con un menù a loro interamente dedicato; in accompagnamento le etichette della cantina quartese “Carputo”. (Ticket, info: 081.8464977).
Alta cucina in mezzo al Lago “Proprio come farebbe Mammà”. Dalle 20,30 lo chef Michele Grande dellaa La Bifora e Salvatore La Ragione di Mammà di Capri (una stella Michelin) sul Roof&Sky sul lago Miseno, ospite per una cena a quattro mani di Michele Grande del ristorante la Bifora di Bacoli, che d’estate trasloca al Roof & Sky, piccolo ristorante galleggiante. (Ticket, info: 3338761608).
Evento di beneficenza, a contributo minimo: Martedì 19, ore 19,30: La pizza geotermica nell’inferno di Totò con 10 Pizzeria, appuntamento ispirato a Totò, nel cinquantesimo anno dalla sua scomparsa che voleva il grande attore con la Solfatara, luogo in cui sono state girate le divertenti scene di “47 morto che parla” e “Totò all’Inferno”. Degustazioni di pizza geotermica realizzata dal pizzaiolo Diego Vitagliano con un impasto che verrà preparato e fatto lievitare utilizzando le esclusive condizioni climatiche del luogo. (Ticket € 10). Per questo appuntamento, l’incasso andrà a sostenere la Mensa dei Poveri del Santuario di San Gennaro di Pozzuoli, che da anni assiste migranti e persone che vivono un forte disagio economico e sociale, supportandole in ambito sociale e medico.

 
 
 

About the author

More posts by