Lory Del Santo si commuove al ‘Grande Fratello Vip’ e parla del figlio Devin: ‘Non è mai stato fragile, l’ho visto piangere tanto solo per la morte del fratello Loren’

Lory Del Santo aveva scelto di entrare nella casa del Grande Fratello Vip per superare la perdita di suo figlio Loren Del Santo. La concorrente ha affrontato le numerose critiche alle quali si era esposta con questa scelta e adesso è ormai da settimane un’inquilina della casa più spiata d’Italia. La Del Santo si è spesso commossa pensando al figlio deceduto da poco ma adesso ha dedicato il suo pensiero anche al figlio Devin Sardi parlando di come lui abbia affrontato la morte del fratello. “Lui e suo padre hanno finalmente avuto il piacere di vedersi. Devin non è mai stato fragile: è stato sicuro di sé stesso e di quello che voleva. L’ho visto piangere tanto solo per la scomparsa del fratello” ha raccontato la 60enne commossa dentro la casa del Grande Fratello Vip. Lory ha quindi ripensato ai suoi figli e al rapporto che Devin aveva con lo scomparso Loren: “Ha pianto tutte le lacrime di una vita per quel fratello che amava più di ogni altra cosa al mondo”. Dopo le numerose critiche, sia il pubblico che i coinquilini hanno accettato la scelta della Del Santo che sta affrontando pubblicamente il suo lutto. Adesso Lory ha anche parlato di suo figlio Devin che, a giudicare dalle parole dell’attrice, era molto legato al fratello Loren Del Santo r “In tutta la mia esistenza sono stata lontana dai miei figli. Avrei voluto essere indipendente economicamente per dedicare più tempo a loro. E dopo hai dei rimpianti” ha proseguito Lory nel suo racconto al GF Vip. La gieffina aveva deciso di entrare nella casa per evitare di isolarsi dopo la morte di Loren e pare che effettivamente Lory stia reagendo bene godendosi al meglio la sua esperienza al Grande Fratello. Alla luce di queste dichiarazioni la produzione del reality show potrebbe decidere di fare una sorpresa alla Del Santo facendola parlare col figlio Devin che lei ha recentemente ricordato insieme a Loren.

 
 
 

About the author

More posts by