L’intervista al Generale di Brigata Aerea Enrico Degni, Comandante dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli

A Cura di Valentina Busiello. L’Accademia Aeronautica di Pozzuoli è un Istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare Ufficiali dell’Aeronautica Militare in servizio permanente effettivo.
Frequentando i corsi dell’Accademia, i giovani Sottotenenti giungono al termine degli studi conseguendo la Laurea Magistrale nei seguenti iter:

– Ufficiali Piloti e del Ruolo delle Armi – Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa;
– Ufficiali del Genio Aeronautico – Ingegneria Aerospaziale, Elettronica, Civile;
– Ufficiali del Corpo di Commissariato Aeronautico – Giurisprudenza;
– Ufficiali del Corpo Sanitario Aeronautico – Medicina e Chirurgia.

Il 6 settembre 2017 il Generale di Brigata Aerea Enrico Degni ha assunto il comando del massimo Istituto di formazione della Forza Armata. Entrato in Aeronautica Militare nel 1984 con il corso Drago 4°, ha svolto l’iter addestrativo negli Stati Uniti, conseguendo il brevetto di Navigatore Militare presso il Tri-National Tornado Training Establishment (T.T.T.E.) di Cottesmore. È stato così assegnato presso il 50° Stormo di Piacenza assumendone il comando dal 2009 al 2011.
Ritornare dopo 30 anni in Accademia Aeronautica come Comandante è stato per me molto emozionante. L’Istituto si è evoluto, i percorsi formativi sono stati adattati al progresso tecnologico e ai mezzi in dotazione. In un momento storico di grande trasformazione per le Forze Armate ed il Paese, le tradizioni ed i valori etici sono rimasti immutati e costituiscono la pietra miliare dell’Accademia dal 1923 ad oggi.
Ad ogni Ufficiale è richiesto uno studio continuo senza mai perdere di vista l’aspetto spirituale e motivazionale. Il giovane che sceglie la carriera militare deve essere sostenuto da un complesso di principi guida ed etici quali colonne portanti per affrontare tutti i rischi e le difficoltà che caratterizzano la vita professionale. Tali principi costituiscono il sostrato di base su cui i cadetti sviluppano una coscienza, che all’unisono con competenza e passione, consentirà loro di raggiungere i livelli di eccellenza a cui tutti aspiriamo e che la Forza Armata si aspetta.
Soltanto profondendo il massimo impegno sarà possibile sfruttare e valorizzare al massimo l’opportunità formativa loro concessa, in linea con la mission dell’Accademia: scegliere, formare ed ispirare comandanti e professionisti esemplari, determinati a servire con eccellenza il nostro Paese.
Con queste parole, il Gen. Degni descrive l’intenso percorso formativo che, proprio da Pozzuoli, vede gli allievi muovere i primi passi di un processo di responsabilizzazione destinato a proseguire durante tutta la loro carriera in azzurro.
Giovedì 31 gennaio l’Accademia ha ospitato l’attività di Open Day, un evento che annualmente consente ai visitatori di toccare con mano la realtà dell’Aeronautica Militare e dell’Accademia.
La data coincide con il periodo in cui è attivo il concorso per il reclutamento degli allievi dei corsi regolari in
modo da permettere, in particolare, ai più giovani di approfondire le diverse offerte formative e di chiarire eventuali dubbi relativi al concorso stesso.
La visita è stata estesa ai principali ambienti didattici e di rappresentanza: la sala simulatori del velivolo SF-260 e dell’aliante Twin Astir. gli impianti sportivi, i corridoi storici dove sono custoditi i gagliardetti delle cinque generazioni dei corsi accademici.
Gli ospiti hanno, inoltre, preso parte ad una lezione di meteorologia aeronautica (una delle materie specialistiche che qualificano il percorso di formazione del personale navigante), a dimostrazioni pratiche ed hanno ascoltato gli interventi di docenti e Ufficiali della Forza Armata.
Per l’Anno Accademico 2019/2020 i posti a concorso sono i seguenti:
– Arma Aeronautica ruolo naviganti normale: 42;
– Arma Aeronautica ruolo delle armi normale: 10;
– Corpo del Genio Aeronautico ruolo normale: 16;
– Corpo di Commissariato Aeronautico ruolo normale: 8;
– Corpo Sanitario Aeronautico ruolo normale: 7.
A questi si aggiungono invero anche quelli riservati agli allievi provenienti dai Paesi amici che frequenteranno lo stesso iter previsto per i colleghi italiani.
L’obiettivo che ci prefiggiamo in Accademia Aeronautica è quello di assicurare una formazione al passo con i tempi, lavorando a stretto contatto con l’Università di Napoli Federico II. Sono previsti all’uopo progetti e moduli aperti anche agli studenti dell’Università che intendano approfondire materie specifiche ed in particolare gli aspetti legati alla Leadership, tema particolarmente importante per la formazione di un Ufficiale.
Così il Gen. Degni conclude il suo intervento ricordando, infine, il prossimo evento che vedrà protagonisti i frequentatori dell’Accademia: il Giuramento collettivo degli allievi della prima classe dei corsi regolari, che il prossimo 17 aprile suggelleranno in forma solenne la promessa di fedeltà alla Repubblica Italiana.

 
 
 

About the author

More posts by