L’ennesimo caso di aggressione, “in una struttura sanitaria”

Infermiere del San Gennaro viene ferito nel tentativo di sventare un’aggressione ai danni di una donna e di un ragazzino. Borrelli. C’è un’emergenza sicurezza che viene sottovalutata
“Ancora una volta un ospedale s’è trasformato in un ring dove i soliti violenti hanno messo a rischio la vita di una persona che era lì per svolgere il proprio lavoro”.
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, denunciando “l’ennesimo caso di aggressione in una struttura sanitaria che, questa volta, ha visto come protagonista un infermiere che ha rischiato la vita nel tentativo di difendere una donna e un ragazzino da un’aggressione”.
“Franco Barone, questo il nome dell’infermiere del reparto di dermatologia del San Gennaro, nel centro storico di Napoli, è stato colpito, forse addirittura con un casco, da alcune persone che volevano entrare nel reparto per aggredire una donna e un ragazzino che erano in attesa di un consulto medico” ha spiegato Borrelli precisando che “l’infermiere che, nell’immediato, ha addirittura perso conoscenza per la violenza dei colpi ricevuti, ha riportato una ferita al naso che è stata medicata dai medici dello stesso ospedale”.
“E’ ormai evidente che c’è un’emergenza sicurezza che coinvolge gli operatori della sanità campana a cui bisogna far fronte con la massima attenzione, senza sottovalutare il fenomeno che diventa sempre più preoccupante” ha concluso Borrelli.

 
 
 

About the author

More posts by