La Nunziatella: e il ricordo degli Eroi Italiani

Progetto “Milite Ignoto 2021” il ricordo del Napoletano Sergente Maggiore Capo Roberto Valente
La Scuola Militare Nunziatella di Napoli, ha iniziato l’anno 2019 con un calendario di eventi, che merita, di renderlo noto a tutti, per l’importanza dei suoi contenuti. Una singolare cerimonia di commemorazione ai caduti in Guerra, infatti, si è svolta nella scuola, in presenza di autorità civili e militari quali il Prefetto di Napoli dott.ssa Carmela Pagano, il Comandante della Scuola Militare Nunziatella Col. Amedeo Cristofaro, il Presidente Nazionale dell’UNSI Dott. Roberto Congedi e i rappresentanti dei comuni campani insigniti di medaglie al valore. La giornata ha voluto ricordare e celebrare la memoria di giovani Eroi, che hanno combattuto per la patria, sacrificando la propria vita, per il bene futuro delle generazioni successive, un lavoro altruista con valori etici e morali, che merita onore e rispetto per chi ha dato tutto se stesso, anche con forti paure. Ecco perché abbiamo l’obbligo di non dimenticare, e per queste occasioni, la Nunziatella di Napoli, è stata prescelta dall’UNSI per rientrare nel progetto del “Milite ignoto 2021”. L’associazione Unione Nazionale Sottufficiali Italiani, riunisce i Sottufficiali in servizio e in congedo dell’Esercito Italiano, della Marina Miliare, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato e del Corpo dei Vigili del Fuoco. Si costituì nel 1911, ma solo dopo la fine della seconda Guerra Mondiale, riuscirono a riunirsi in Associazioni di Categoria, con lo scopo di stringersi insieme in ideali comuni, per condividere le speranze e lo sviluppo nella solidarietà, di una Nazione devastata dalla guerra. Il “Milite ignoto 2021” rappresenta il centenario del disegno di legge per ricordare, tumulando la salma di un “Milite Ignoto”, presso il Vittoriano a Roma nel 1921, il sacrificio di seicentomila italiani, che onorarono, a volte per volere, ma spesso per dovere, la Patria con atti Eroici cadendo in guerra. La giornata dell’evento, è iniziata porgendo una Corona di Alloro, dinanzi al simbolo di un Masso del Monte Grappa, che fu deposto nel 1920 all’ingresso della Scuola, per ricordare i Caduti, tra cui circa 150 ex allievi, di cui 8 Medaglie al Valor Militare, dell’allora Collegio Militare. Il tutto però ha assunto uno spessore molto più emozionante quando, si è ricordata un’altra giovane vittima napoletana, che ha combattuto la guerra dei tempi moderni, il Sergente Maggiore Capo Roberto Valente. Il Sergente, simbolo per la città di Napoli, in forza al 187° Reggimento Paracadutisti “Folgore” ha perso la vita a Kabul il 17 settembre 2009, durante la missione ISAF in Afghanistan e in suo onore la moglie, la sig. Stefania Giannattasio e il figlio, ancora troppo giovane per una perdita così importante, Simone Valente, accompagnati dai Colonnello Nicola Mandolesi, Comandante del 187° Paracadutisti, hanno ritirato una targa in argento in sua memoria, consegnata dal Vice Presidente Nazionale UNSI Sud, Vito Impagliazzo. Singolare è stata la forza di animo del ragazzino Simone, che ha indossato il basco del padre color amaranto, con orgoglio, ed è proprio il suo esser diventato ometto, già da ragazzino, che deve essere da esempio per tutti. La guerra si pensa che sia un ricordo lontano, quasi sfumato e che i colori grigi del dramma delle innumerevoli vittime, si stanno affievolendo nella nostra memoria ma, purtroppo non è così e questa ne è la testimonianza, c’è ancora chi, con onore, combatte ancora tante battaglie, per la libertà di tutti. A seguire, sono stati conferiti attestati ai Sottufficiali delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato che, si sono contraddistinti in servizio, tra questi, in servizio alla Scuola Militare Nunziatella, il luogotenente Salvatore Ferrillo, Sottufficiale di Corpo; e Vito Gallotti, al tempo 2° Capo Scelto della Marina Militare. Il Comandante della Nunziatella, Colonnello Amedeo Gerardo Cristofaro, ex allievo della Scuola, alla presenza del Generale Fabio Polli, Comandante della Divisione Acqui, ha voluto esprimere a tutti i presenti, il piacere e la soddisfazione morale, sia sua personale che, della Nunziatella, di ospitare simili lodevoli iniziative. Hanno preso parte all’evento: On. Giuseppe Ferrandino, Eurodeputato: il Dott. Antonio Verdone, Sindaco di Mignano Monte Lungo; il Geom. Carmine Valentino, Sindaco di S. Agata de’ Goti, insieme ai tantissimi altri ospiti che hanno gradito l’evento in uniforme che sono le Forze dello Stato. Che la giornata della commemorazione rimanga sempre viva in ognuno di noi, perché la libertà ha avuto un prezzo altissimo, pagata con il sangue di chi, ha voluto credere negli ideali, ed è giusto e doveroso, rispettare le loro memorie e conservare a lungo e anche per sempre, il duro lavoro che loro hanno svolto, a riguardo anche delle loro famiglie che, hanno dovuto rinunciare per sempre agli affetti dei loro cari, spesso in tenera età.
A cura di Sabrina Abbrunzo

 
 
 

About the author

More posts by