Il punto covid in Campania: 27mila nuovi casi e 20 vittime

Quadro stabile sul fronte dei nuovi positivi in Campania. Il bollettino diffuso oggi dall’Unita’ di
Crisi parla di 27.034 nuovi contagiati su 118.028 test,
antigenici e molecolari, esaminati: il tasso di incidenza e’ del
22,9%, in lieve calo rispetto al 23,9 dei due giorni precedenti.
Il bollettino dell’Unita’ di crisi segnala anche 20 nuove
vittime, di cui 17 decedute nelle ultime 48 ore. I posti letto
occupati in terapia intensiva scendono a 79 (-6), quelli di
degenza continuano a crescere e si attestano a quota 1.126
(+35).
Mentre non si placano le polemiche sulle scuole chiuse (a
Benevento il Codacons ha scritto al Prefetto chiedendo di
intervenire sulle ordinanze dei sindaci di alcuni comuni sanniti
che ne vietano l’apertura) a Napoli proprio le scuole si offrono
come l’ultima frontiera per favorire la vaccinazione dei piu’
piccoli. Come la scuola elementare ‘Piscicelli’ di Napoli che da
oggi e’ hub vaccinale. Circa 250 i bambini che oggi hanno
ricevuto la vaccinazione. Ieri la preside, Gabriella Talamo, ha
dovuto fermare le prenotazioni perche’ i numeri stavano
diventando troppo alti. Vaccini a scuola che non sono riservati
ai soli studenti del plesso ma aperti alla comunita’ cittadina.
Ad accogliere i bambini c’e’ il personale della Asl Napoli 1 che
terminata la vaccinazione ‘distrae’ i piccoli vaccinati con
giochi. Ai bimbi dopo il vaccino viene consegnata una medaglia.
“È stato mio figlio a chiedermi di essere vaccinato – racconta
una mamma – e penso che fare la vaccinazione a scuola sia
meglio, sia per noi per una questione di organizzazione e per
evitare lunghe file ma anche per loro che conoscono l’ambiente e
si ritrovano tra gli amici”. Sul fronte scuola resta tangibile
la tensione con il governo. “Hub vaccinali nelle scuole? Noi lo
facciamo dal 16 dicembre, dal primo giorno delle dosi per i
bambini da 5 a 11 anni. Lo stiamo gia’ facendo e con risultati
buoni: ieri ci sono state 225 vaccinazioni in una scuola e oggi
300 in un altro istituto, coinvolgendo ogni volta una scuola
diversa” fa sapere l’assessore all’Istruzione della Regione
Campania, Lucia Fortini, commentando la proposta del ministro
Bianchi per l’istituzione di centri vaccinali nelle scuole.
Vaccini nelle scuole, ma anche nei conventi di clausura: ne
sanno qualcosa le 14 suore Redentoriste di clausura di Scala
(Salerno) che stamattina hanno ricevuto la dose di richiamo
nonostante vivano in una bolla al riparo dall’esterno.
“È davvero un bel segnale – sottolinea il sindaco Luigi Mansi –
nonostante siano in una bolla, hanno voluto fortemente
vaccinarsi”.

 
 
 

About the author

More posts by