Grande Successo Per la Campania a Miss Italia 2015

Dalla nostra inviata Sabrina Abbrunzo
Jesolo. Grande successo per la Campania, che ha visto aggiudicarsi un meritato 3° posto, nella finalissima del concorso di Miss Italia 2015. Vincenza Botti di anni 20, di Vallo della Lucania (SA), è la bellezza campana che è riuscita ad miss 1arrivare tra le ultime 3 finaliste (una del nord, una centro Italia e una del sud) conquistandosi felicemente il 3° posto. Alta 1,70 capelli ricci castani e occhi marroni, ha già conquistato a pieni voti, durante le finali, la fascia nazionale di “Le Curvy di Miss Italia Keyrà 2015″, assegnatale dagli sponsor del concorso. Una fascia, che ha voluto rilanciare il modello della donna pin-up, la donna degli anni 50, che è l’espressione di una vita sana, ed accettazione delle proprie forme. Un messaggio per tutte le donne, che la bellezza non è “essere anoressiche”, ma deve essere semplicemente il raggiungimento di un equilibrio interiore; tema fondamentale di questa edizione del concorso, che si batte per la difesa delle donne, ed è proprio con le sue “Curvy” e la sua personalità, che Vincenza è riuscita ad attirare l’attenzione su di se, della giuria e del pubblico da casa. Vincenza, ha infatti confermato di essere fiera del suo fisico formoso, a forma di “clessidra” che porta con disinvoltura; una forma dettata dalle misure che l’hanno confermata tale, e lo ha dimostrato anche sul palcoscenico del Pala Arrex, dove si è esibita, insieme al suo gruppo di finaliste, in diverse performance, che hanno esaltato la sua sensualità. Ballerina di danza classica e flamenco da 15 anni, anche di fronte ad una giarrettiera cascatale dalla gamba mentre ballava, è miss 3riuscita con molto garbo e femminilità ad affrontare la situazione, togliendosela e lanciandola, lasciando pensare che fosse stato un gesto, appartenente ad una coreografia già perfettamente studiata. Penso proprio che l’occhio critico dei giurati abbia valutato questo suo movimento, come forma di comportamento di una donna che si sa muovere in qualsiasi occasione. La finalissima di Miss Italia 2015, in diretta TV, su La7 e La7d, è stata brillantemente condotta, da una presentatrice d’eccezione, come Simona Ventura, che con la sua briosità, simpatia (ed innovativa come sempre), ha portato grandi novità alla trasmissione stessa, regalando una serata piena di spettacolo e forti emozioni. La novità di quest’anno è stata la partecipazione attiva della giuria; 3 i giurati che hanno avuto il duro compito di selezionare le concorrenti: Claudio Amendola; Joe Bastianich e Vladimir miss 4Luxuria, che sono diventati parte integrante con le finaliste, perchè ad ognuno di loro, sono state affidate (scelte precedentemente in base ad un abbinamento casuale) 11 concorrenti, tra le 33 in gara, trasformandosi in tutor, per consigliarle e seguirle attentamente durante la sfida finale. Dopodichè il compito dei Tutor è stato quello di dover scegliere, attraverso quattro sessioni di gara, le concorrenti che avrebbero dovuto continuare il percorso, riducendo il numero da 33 a 18; da 18 a 9 miss; da 9 a 3; per arrivare ad eleggere infine la ragazza più bella d’Italia 2015. Un duro compito, che come sempre si è costretti ad eliminare ragazze belle, bellissime, con tantissime doti. Altra novità è stato il voto decisivo del televoto, al 50%, che ha dato l’opportunità alle miss di non essere sottoposte esclusivamente all’occhio critico della giuria e per di più in modo diverso di percentuali rispetto agli anni precedenti. Così è stato per la nostra Vincenza Botti, che dopo la prima sessione di gara (cioè miss 5passaggio da 33 a 18 miss), dove è stata volutamente salvata dal suo tutor, è passata alla successiva sessione (dalle 18 a 9 miss) con il giudizio dei telespettatori da casa. Un segno evidente di come gli amici, parenti e i conoscenti, attraverso un tam tam mediatico, si uniscono in segno di solidarietà e di amicizia nei confronti di una loro concittadina. Tutor delle nostre due Miss campane, arrivate in finale a Jesolo (una fatalità, avere 2 concorrenti campane nello stesso gruppo), è stata Vladimir Luxuria, personaggio di spicco, determinata e decisa, la quale ha dichiarato di ritenere difficile il suo compito, in quanto tutte le concorrenti sono belle, intelligenti e con caratteri forti. “Porterò avanti, la ragazza che più mi emoziona,-ha detto Luxuria- con un sorriso sincero, ed uno sguardo magnetico che mi sappia catturare”. Purtroppo però, per la nostra Noemi Bosco di 25 anni, di Napoli
(la seconda Miss campana in gara) l’unica ragazza con i capelli rossi del concorso, con la fascia nazionale di Miss Italia Rocchetta Bellezza 2015, l’ascesa al trono si è fermata alla prima sessione, ma ha comunque segnato un grande miss 6successo, per la fascia che dovrà rappresentare e per essere arrivata tra le prime 18 rimaste in gara su 10.000 iscritte in campo nazionale, e per la Campania questa si chiama “una grande vittoria”! Durante la kermesse più discussa e celebre del nostro paese, tante sono state le scenografie; un palco centrale con una grande scalinata, che ha revocato il passato, un monitor a led di 450 metri quadrati, che ha proiettato le immagini e tante luci colorate di effetto. Il palcoscenico è diventato un meraviglioso spettacolo, facendo rivivere gli anni 50, 70 e 90 attraverso balletti interpretati dalle concorrenti, in costume a tema. Abiti e costumi cuciti su misura per le miss, che hanno risaltato i loro corpi, valorizzandone la femminilità; la scena iniziale si è aperta con le bellezze in costume da bagno. Costumi interi della Linea Sprint di colore nero, con una lunga gonna in tulle nero, per poi passare durante il corso delle eliminazioni, ai costumi (sempre interi) di colore bronzo, argento ed oro, alternandosi con i costumi a due pezzi, riproposti nuovamente, dopo tanti anni lontano dalla scena. Diversi gli ospiti che hanno arricchito la serata, Baby K e Giusy Ferreri che hanno cantato la canzone “Roma -Bangkok” la più gettonata ed ascoltata sul web, e il cantante Morgans che ha accompagnato le ragazze con la sua musica, durante le miss 2sfilate in abito da sera. Le concorrenti sono state giudicate per il loro talento, potenzialità e bellezza, perchè ” non tutte le mele belle, sono buone” dichiarazione di Joe Bastianich, grandissimo chef ed imprenditore di fama internazionale, durante una conferenza stampa. “A volte ci si sofferma su una mela di bell’aspetto, ma che non ha il sapore che gli abbiamo attribuito” conclude Bastianich. Una diretta radio, condotta da Pippo Pelo e Francesco Falchinetti di RADIO KISS KISS, la famosa emittente radio napoletana, diventata partnership del concorso, con la partecipazione radiofonica di Elisa Piazza, la Miss scelta lo scorso anno nella finalissima 2014, che insieme hanno coinvolto i loro ascoltatori durante il corso della serata, e anche quest’anno, hanno eletto una Miss che possa diventare la nuova speaker 2015, offrendogli un contratto di lavoro di 3 mesi, presso l’emittente KISS KISS, un contratto che è andato nelle mani della nostra Vincenza Botti,… ancora una ennesima vittoria. La vita riserva sempre bellissimi momenti e per Vincenza, possiamo dire che la vita, le ha riservato un futuro roseo, soddisfatta, si ritiene felice di essere arrivata alla fine di questa lunga maratona della bellezza, con un pò di titoli. Mentre, la vera vincitrice del concorso, dopo una gara accesa, è Miss Lazio Alice Sabbatini, 18 anni, alta 1,78 con bellissimi occhi scuri e capelli corti, con un viso che ha conquistato tutti da subito. Già vincitrice della fascia nazionale come Miss compagnia della Bellezza , Miss Diva e Donna 2015, e Miss Eleganza, assegnatele durante il corso delle selezioni, è stata nominata durante la serata, anche Miss Cinema 2015, dal press agent Enrico Lucherini, il più famoso addetto stampa del cinema Italiano. Un totale di 5 fasce compresa quella di Miss Italia 2015; sarà per lei un duro anno di lavoro che saprà sicuramente svolgere perfettamente, grazie alla professionalità della Patron Patrizia Mirigliani che segue tutte le sue rappresentanti Italiane, con cura e dedizione insieme ai suoi collaboratori, perchè la “Miren” è un gruppo di lavoro molto unito e consolidato negli anni. Per completare la vivacità dello spettacolo, sono stati affidati i commenti “a bordo campo” ad uno special guest, il produttore cinematografico e presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, che ha animato lo spettacolo con i suoi interventi divertenti, in special modo incoraggiando con forti applausi, coinvolgendo fortemente il pubblico del palazzetto, le ragazze eliminate, ed esaltando la bravura e la bellezza delle “mamme ” e “nonne” delle concorrenti, che con il loro bel da farsi, hanno generato delle splendide ragazze. Ancora un forte augurio alle nostre Miss, che saranno testimonial dell’Italia e della nostra regione, sicuri che ci rappresenteranno al meglio e grazie alla Curvy, la cucina mediterranea sarà modello di vita da adottare.
Sabrina Abbrunzo

 
 
 

About the author

More posts by