Gennaro Stroppolatini: Un Economista Prestato All’Arte “Festa di Compleanno”

Un gran Gala con un parterre d’eccezione si è svolto qualche giorno fa allo storico circolo napoletano in “Savoia” atto a celebrare i primi sessant’anni di Gennaro Stroppolatini. Economista di professione, quale autorevole funzionario della Direzione Centrale BNL BNP PARIBAS, con al suo attivo circa 400 reclami ritirati, Gennaro Stroppolatini è Presidente dell’Associazione Culturale “Gli Amici di Palazzo San Carlo” e non a caso per il suo costante e forte impegno nella diffusione della cultura classica, soprattutto quella musicale, è stato all’unanimità definito “Mecenate”. Tra i primi ospiti ad arrivare, Luigi De Magistris, nella duplice veste di Sindaco di Napoli e di Presidente della Fondazione del Teatro San Carlo, che si è a lungo trattenuto con il festeggiato complimentandosi per l’encomiabile opera da lui svolta, assurgendo il suo palazzo storico ubicato nel centro di Santa Maria Capuavetere denominato” Palazzo San Carlo” in omaggio al Teatro Massimo partenopeo, a Casa Museo ed a salotto culturale, sede di eventi prestigiosi, quali la presentazione annuale del cartellone del San Carlo da parte degli organi direttivi. Ed ancora, da annoverare tra le autorità partecipanti al gala, i Consoli Generali di Francia, Spagna, America e Tunisia nelle figure di Laurent Burin des Roziers con la consorte Aurora Bergamini, Carlos Maldonado, Mary Avery, Beya Ben Abdelbaky Fraqua, il Direttore Generale del Teatro San Carlo Emanuela Spedaliere con Giusi Giustino, costumista del Massimo napoletano, Rossana Purchia, già Soprintendente del Teatro San Carlo, ora Commissario straordinario del Teatro Regio di Torino, Giuseppe Ariano, Direttore della comunicazione della SCABEC, la Principessa Marina Colonna Presidente della ADSI, Campania, Tiziana Maffei , Direttore della Reggia di Caserta, Sergio Ragni, proprietario della Casa Museo dedicata a Gioacchino Rossini situata nella zona collinare di Napoli, Giovanna Panico, stilista , Fashion Designer, Adele Vairo, assessore al Comune di Caserta in rappresentanza del Sindaco Carlo Marino, Elsa Evangelista, già Direttore del Conservatorio di San Pietro a Maiella, il Professore Ludovico Solima con la consorte Valeria Aniello, Annamaria Braschi ed Aldo Carnevale, Lucas Escobar, Viceconsole spagnolo, il Sindaco di Santa Maria Capuavetere Antonio Mirra, Ida Gennarelli, Direttore dell’Anfiteatro di Santa Maria Capuavetere, con l’architetto Paolo Mascilli Migliorini di Palazzo Reale, il Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, Giancarlo Ascione, titolare dell’azienda Ascione Coralli. Molto gradita ed inattesa la telefonata di auguri a Stroppolatini, giunta nel bel mezzo della serata, dall’ ètoile della danza classica per eccellenza, la signora Carla Fracci a cui il festeggiato ha dedicato il salone da ballo nel suo Palazzo San Carlo, facendo dipingere anche un suo ritratto esposto nei saloni della prestigiosa dimora. Dopo una raffinata cena, il Sindaco di Santa Maria Capuavetere ha consegnato a Gennaro Stroppolatini una targa ed una pergamena, quali simboli di riconoscimento per il suo grande impegno nel sociale e nella delicata tematica del problema dell’inclusione, nonché per i dieci anni di organizzazione di eventi diretti a promuovere la cultura sul territorio. Ed ancora, il Prefetto di Caserta Ruberto, ha consegnato al festeggiato una medaglia in ceramica corredata ad una lettera letta in pubblico nella quale vengono messe in rilievo le qualità di Stroppolatini e come “Ambasciatore di cultura” e come economista, puntualmente attento alle problematiche del sociale, membro del Consiglio Direttivo all’interno del Gruppo Bancario BNL BNP Paribas, di un network dedicato all’inclusione ed al sostegno delle diversità denominato MIXCITY, gestito dalla Direzione “Risorse Umane”. Ed a tal proposito, l’illustre protagonista dell’evento, prendendo a sua volta la parola, ha rilevato come con l’evoluzione di BNL in BNL BNP Paribas, l’ente bancario sia divenuto una realtà molto inclusiva ove la parità di genere viene molto rispettata generando di conseguenza un clima di grande serenità nella gestione del personale, pertanto provocando effetti positivi sulla produttività di ogni singola unità lavorativa. Molto apprezzata la performance musicale dei quattro archi del San Carlo che hanno interpretato “Tace il labbro” tratto da “La Vedova Allegra” di Franz Lehàr, dando vita poi ad un inaspettato valzer del festeggiato i con la nobildonna Stefania Martuscelli. Dulcis in fundo, l’annuncio di Gennaro Stroppolatini di un Premio Speciale alla Cultura deliberato dalla sua associazione al Console Generale di Francia Laurent Burin Des Roziers che gli verrà consegnato nel corso di una serata esclusiva a Palazzo San Carlo in Santa Maria Capuavetere. Visibilmente commosso ed emozionato per l’affettuosa partecipazione di tanti cari amici giunti da ogni parte d’Italia per la festa del suo compleanno svoltasi nel rigoroso rispetto delle misure anti COVID 19, Gennaro Stroppolatini ha infine elogiato il suo compagno Elio Guerra per avere restaurato con tanta cura e grande dedizione l’intero Palazzo San Carlo, dedicando la serata alla sua amatissima mamma, Signora Flora Varlese che lo ha iniziato fin da bambino all’amore per la lirica e per il Teatro San Carlo
A CURA DI MARIDI’ VICEDOMINI

 
 
 

About the author

More posts by