Figlia di Kate Moss: Lila debutta tra le Miu Miu Girls

Bionda naturale, piccolina come sue madre, stessi occhi azzurri e guance da bambola,
affascinanti gambe arcuate che risultano incredibilmente sexy: e’
Lila Moss, 18 anni, figlia dell’iconica top model Kate Moss e
del co-fondatore della rivista britannica Dazed and Confused,
Jefferson Hack, apparsa per la prima volta in passerella a
Parigi con Miu Miu, non alla London Fashion Week come ci si
aspettava. E invece, eccola aprire e chiudere la sfilata della
griffe di Miuccia Prada, durante la settimana della moda
parigina. Un evento fisico con un pubblico virtuale apparso in
schermi giganti riunito nonostante la distanza.
Per la sua collezione Primavera/Estate 2021, Miuccia Prada ha
invitato una community internazionale di donne in uno spazio
digitale, il Miu Miu Club. La sfilata e la collezione s’ispirano
entrambe al linguaggio condiviso dallo sport e dalla moda,
trovando i parallelismi che legano queste due forme di
spettacolo, di esibizione osservata, accomunate dalla necessita’
di un pubblico che faccia da testimone. Il palcoscenico della
sfilata Miu Miu e’ infatti un anfiteatro, uno sports palace
chiamato Miu Miu Club, immaginato da Amo, vissuto come
esperienza digitale dal pubblico appositamente invitato. Schiuma
fono assorbente color rosa acceso e’ stata usata per ingentilire
falangi di schermi video che mostrano i diversi gruppi di donne
Miu Miu riunite. Trasmesse in diretta all’interno della sala, le
reazioni del pubblico sono state parte integrante della sfilata.
L’atmosfera era coloratissima: abiti da sera contrapposti a
sportswear, realta’ contro il digitale, capi che s’ispirano alle
tute degli atleti e diventano abiti da sera ricchi di ornamenti,
blocchi di colore e cromie contrapposte che insieme diventano
connubi incredibilmente felici (rosso e rosa, celeste e giallo)
jersey, forme aerodinamiche, bardature contrapposte come
decorazione. Le forme sono semplici: blouson, pantaloni dritti,
gonne a portafoglio che si schiudono all’altezza della coscia. I
tessuti sono leggeri, gli orli accorciati, per liberare la
figura all’interno. Le calzature mescolano dettagli dello sport
a forme femminili: sneaker e scarpette da calcio con tacchi
alti.

 
 
 

About the author

More posts by