Coronavirus: Italia, ultime notizie e aggiornamenti 25 marzo: oltre 74mila casi complessivi in Italia. Superate le 7500 vittime

Il bilancio dell’emergenza Coronavirus in Italia oggi, mercoledi 25 marzo 2020. Stando ai dati resi noti dalla Protezione civile Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento. Al momento Quasi 75mila casi, 7503 vittime, oltre 9mila guariti. Con un incremento di crescita del 7,54%, contro l’8,2% di 24 ore fa. Sono questi i dati odierni dell’emergenza Covid-19 in Italia, secondo il bollettino fornito dalla Protezione civile nella consueta conferenza stampa a cui, però, non ha partecipato il capo dipartimento Angelo Borrelli (febbricitante e in attesa dell’esito del tampone). Nella fattispecie, sono complessivamente 57.521 i malati di coronavirus, con un incremento rispetto a ieri di 3.491 unità. Martedì l’incremento era stato di 3.612. Tra questi, 3.489 sono ricoverati in terapia intensiva, 93 in più rispetto a ieri e ben 1.236 solo in Lombardia. Oltre 23mila, invece, sono i ricoverati con sintomi e 30.920 chi si trova in isolamento domiciliare. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 74.386. Le persone guarite, invece, sono 9.362, 1.036 in più di ieri, quando l’aumento era stato di 894 unità. Continua a salire anche il numero delle vittime: oggi sono 683, che fanno lievitare a 7503 il numero complessivo dei deessi. Martedì, tuttavia, l’aumento del numero dei morti era stato di 743. Per quanto riguarda la Lombardia, c’è da segnalare un rallentamento nella crescita di contagiati e deceduti. Il numero dei positivi sale a 32.346, ovvero 1643 più di ieri, quando i nuovi casi erano stati 1.942. Il numero dei decessi giornalieri scende sotto quota 300 seppur di poco (296) per un totale di 4.178 morti. E’ salito a 10.026 quello delle persone non in terapia intensiva (315 in più da ieri) mentre in terapia intensiva sono ricoverati 1236 pazienti, 42 da ieri.
Contagiati, guariti, ricoverati, morti: il grafico

 
 
 

About the author

More posts by