Cardarelli: boom di focolai al pronto soccorso, “una bomba ad orologeria”

Napoli Aumentano i contagi tra i pazienti, stop ai ricoveri in diversi settori, Assembramenti di barelle al Cardarelli in crisi, boom di focola La situazione è sfuggita di mano nei reparti di Medicina, Ortopedia e Chirurgia. L’ospedale Cardarelli di Napoli è una bomba ad orologeria. Aumentano i focolai nei reparti, i ricoveri Covid-19 crescono e l’assistenza è quasi compromessa. Come se non bastasse , le barelle n no di nuovo invaso completamente il pronto soccorso. Siamo di fronte ad una ler/.a ondata isolata, limitata al presidio ospedaliero. E” questa la domanda che lutti. dai pazienti a chi lavora e opera in corsia si chiedono ogni giorno. La Chirurgia chiusa a seguito di più positività riscontrate, gli ultimi pazienti sono temporaneamente in appoggio in Chirurgia vascolare. Ieri pomeriggio, ma i ricoveri sono bloccati. La situazione pili complessa è vissuta in Ortopedia 2. Su 20 posti ne sono rimasti solo 5. Questi pazienti sono in attesa del secondo lampone , gli esili si avranno non prima di sabato. Con una riposta negativa di tutti i test si riapriranno i ricoveri, Sono rimasti contagiati anche operatori sanitari ed un infermiere che prestano in questo reparto. Nell’intero padiglione B. ovvero nei reparti di Medicina 1. 2 e i focolai sono tanti. Alcuni pa/.icnti infetti sono slali trasferiti nei reparti Covid (nei padiglioni M e H), altri addirittura sono stati trasportati al Cotugno. Occorre sottolineare che i tré reparti di Medicina, circa mese fa. sono slati già chiusi per lo stesso problema ed lianno riaperto ai ricoveri solo la scorsa settimana. Eppure , nonostante lo stop prolungato e le diverse sanificaxioni. i nuovi focolai cresciuti nelle ultime 48 ore indicano che cc un problema duraturo in quella struttura. Un problema serio per il Cardarelli, dove la crescila dei contagi porta all’aumento Probabilmente nasce tutto a nelle dal pronto soccorso. dove la divisione tra percorsi puliti a pazienti positivi) ñ sporchi (dedicati ai casi da Coronavirus) è molto fragile.

 
 
 

About the author

More posts by