Campus della salute: visite sul lungomare ,duecento tra medici, esperti e volontari

Visite mediche gratuite da venerdì a domenica. Decine le specialistiche nel più grande ospedale da campo realizzato sul lungomare. Università Federico II e Università Vanvitelli, l’Ordine dei Medici, insieme a numerose strutture private e all’associazione Farmaciste insieme, garantiranno migliaia di visite in tutte le principali specialistiche mediche: andrologia, gastroenterologia, cardiologia, dermatologia, ginecologia, metabolismo, pneumologia, senologia, tiroide, ortopedia, nutrizione, oculistica, audiometria, nefrologia. Il lungomare, nell’area pedonale della Rotonda Diaz, sarà animato da un programma ricchissimo di eventi sportivi, musicali e dedicati alle scuole. Tanti i testimonial, con artisti e scienziati, imprenditori e sportivi insieme per promuovere la prevenzione già con l’anteprima del 9 ottobre alle 21 con un grande spettacolo di beneficenza dal titolo “La Salute al chiaro di luna” con Maurizio de Giovanni, Tosca d’Aquino, Monica Sarnelli. Rosaría De Cicco, Leilo Esposito, Marco Zurzolo e tantissimi altri artisti. Il Campus si concluderà domenica con la Prevention race, una corsa di dieci chilometri e una passeggiata di due chilometri che percorrerà il lungomare cittadino. Start alle ore 9.30. «La prevenzione e un corretto stile di vita sono al centro del nostro progetto. Nel corso dei tré giorni di visite gratuite i migliori professionisti campani saranno gratuitamente al servizio dei napoletani», spiega Annamaria Colao, coordinatore scientifico e promotore del Campus, di recente nominata coordinatore della cattedra Unesco per la Salute e la prevenzione sostenibile nel corso della presentazione che si è svolta presso l’Ordine dei Medici. Alla conferenza ha preso parte anche l’amministrazione comunale con gli assessori Ciro Borriello e Roberta Gaeta. «Salute, sport e solidarietà compongono le tré S del Campus3S che ormai da anni è attivo in tutta la Campania ma che realizza manifestazioni in tutta Italia, con iniziative che coinvolgono la popolazione con una diffusa azione di prevenzione facendo anche sporte divertendosi», spiega Tommaso Mandato, presidente di Sportform e organizzatore della manifestazione alla quale hanno aderito anche i Carabinieri, la Guardia costiera e i Vigili del fuoco con l’installazione di Pompieropoli per i più piccini. Attenzione al sociale, allo sport e alla salute, dunque attraverso una dinamica che consenta alla popolazione di avvicinarsi alla medicina in maniera meno formale ma altrettanto efficace.

 
 
 

About the author

More posts by