Benvenuti al Sud: una storia d’esempio e una serata speciale

A cura di Teresa Lucianelli:

Da postini a maestri pizzaioli e riusciti imprenditori a capo di tre noti locali ristorativi, preferiti da una numerosa clientela: la storia di Mirko e Danilo Fusco, d’esempio per chi crede nella volontà che genera il cambiamento e premia. Stasera, nella sede di Lusciano del loro “Benvenuti al Sud”, evento dedicato al Baccalà, col supporto del presidente dei Discepoli di Escoffier e rinomato chef  Nicola Di Filippo e del maitre patissiere solidale Nino Cannavale. Parteciperanno anche  lo chef emergente Alfonso De Filippo di Biancobaccalà,  esperti e giornalisti specializzati. L’incontro rientra nel Baccalà Fest

Un successo meritato ha cambiato la vita dei gemelli Mirko e Danilo Fusco, oggi maestri pizzaioli, campioni di settore e patron di “Benvenuti a Sud” (a Corso Secondigliano, Napoli, e in Viale Della Libertà a Lusciano). Complici i genitori, che hanno sempre creduto in loro e li supportano nella gestione burocratica e amministrativa.
Ampiamente ricambiati, in questa ben riposta fiducia: la dedica con la scelta del nome materno “Donna Luisella” per una delle loro tre note strutture ristorative (pure nel centrale Corso Secondigliano), lo dimostra a chiare lettere.
Una famiglia innanzitutto unita, dunque, e per questo vincente.

“Non siamo figli d’arte né le nostre famiglie vantano pizzaioli di mestiere… eppure, la passione e l’impegno ci hanno consentito di realizzare il nostro sogno, la nostra avventura” – ricordano i gemelli Fusco, ripercorrendo la storia della nascita della loro impresa a gestione familiare. Partono da “una riflessione sul futuro in un periodo di emigrazione al Nord per lavoro, nel 2010 postini a tempo determinato ’lontani da casa’ a Milano”, poi il ritorno a Napoli, città di origine, “motivati dall’amore, la nostalgia e il rispetto per la propria terra e le relative tradizioni gastronomiche, culturali ed espressive” che li hanno spinti “a pensare ad un futuro lavorativo nel settore della ristorazione, che rappresentasse e valorizzasse tutto ciò”.
In questo ambizioso progetto, che vuole integrare tutti questi aspetti nei quali la tradizione costituisce un comune denominatore, hanno coinvolto i loro genitori e le persone più care, “ognuno dei quali ha subito messo a disposizione le proprie competenze e la volontà di arricchirle per il raggiungimento di un importante obiettivo comune” prospettato dai due giovani, che si sono formati con eccellenti risultati alla scuola Manidoro e all‘Associazione Verace Pizza Napoletana, esperienze basilari per lanciarsi con ottimi risultati sul mercato.
Quello scopo oggi è rappresentato dai tre ben avviati punti ristorativi, regno della buona pizza e degli sfizi, dove è possibile anche degustare uno squisito pranzo classico tipicamente napoletano.
E tra le pietanze caratteristiche, non poteva certo mancare il baccalà, al quale è dedicata la serata straordinaria in programma stasera, lunedì 27 maggio alla sede di Lusciano di “Benvenuti al Sud”.
Per l’evento, che si inserisce nel Baccalà Fest, i patron Mirko e Danilo Fusco si avvalgono della grande professionalità del noto chef Nicola Di Filippo presidente della prestigiosa Associazione “Auguste Escoffier”, dedicata al famosissimo chef, colonna portante della Cucina francese.
Parteciperà anche lo chef pasticciere Nino Cannavale, noto tra l’altro per il suo impegno solidale, che cura le apprezzate golosità di “Benvenuti al Sud”.
L’incontro è organizzato insieme a “BiancoBaccalà” – antica azienda specializzata nella lavorazione del pesce nordico di fatto da 1761 e ufficialmente dal 1791 – che sarà presente con il patron Nino De Filippo, all’Accademia Partenopea del Baccalà presieduta da Toti Lange, e alla casa vitivinicola “I tre Mori”, in collaborazione con “La Buona Tavola Magazine” diretto da Renato Rocco.
Con questa cena basata sul pesce nordico, i gemelli Fusco intendono contribuire fattivamente alla diffusione della cultura di un ingrediente presente nella Cucina partenopea da secoli, considerato da sempre ‘povero’ che, se adeguatamente interpretato, può proporsi più che degnamente ai palati più esigenti, soprattutto in degne rivisitazioni. Proprio a questo scopo, lo presenteranno in appetitose proposte, quale protagonista degli sfizi d’antipasto, in raffinati primi magistralmente realizzati dallo chef Nicola Di Filippo, e sulle pizze dai curati impasti, preparate personalmente, che costituiranno le offerte principali della serata.
Sia i Fusco che Di Filippo figurano tra i rinomati maestri dei forni e dei fornelli particolarmente impegnati nella diffusione della cultura del baccalà di alta qualità, attraverso riuscite rivisitazioni che valorizzano il suo gusto naturale, in maniera da renderlo godibile e fruibile ad un pubblico eterogeneo.
Dalle polpette con crocché e zeppoline, al carpaccio, al mantecato, alla tartarre e al marinato; ancora, al risotto con agrumi e champagne, alle pizze a spicchi, patate al limone, provola di Agerola e datterino giallo, fino al pesto, pomodorini rossi canditi, gialli e pinoli. Per completare con il dessert firmato da Nino Cannavale per “Benvenuti al Sud”: il menu innovativo a tema, elaborato per l’occasione, sarà interamente declinato all’insegna del baccalà, presente proprio ovunque.
Il tutto nell’atmosfera caratteristica di “Benvenuti al Sud” che, esteticamente e per caratteristiche di accoglienza, punta a sottolineare l’importanza e il valore della famiglia e del suo calore, la tradizione, la storia e la cultura della Napoletanità e più in generale della Campania. Dove la cura attenta all’arredamento e dei particolari propone un viaggio ideale nella storia della Capitale del Regno delle Due Sicilie, e a raccontarla sono, oltre ai padroni di casa con le loro specialità in carta, pure i murales, le stoviglie, i quadri, le fotografie, le stampe, i tanti accessori ed elementi tipici di una “Napoli da presepe” che attrae e conquista, incanta e commuove.

La sede di Lusciano, nata nel 2018 dal trasferimento di uno dei locali, quello di corso Vittorio Emanuele nel Casertano, per soddisfare l’alta richiesta della clientela in zona, vanta un’ampia superficie, circa 300 posti a sedere, è dotata di quattro forni per pizze: tre a legna e uno dedicato al senza glutine. Grazie all’apposita sala, ospita frequentemente eventi, alcuni di valenza internazionale, attraverso i quali Mirko e Danilo Fusco diffondono la loro mission di impresa che utilizza l’elemento mediante gastronomico per trasferire e preservare la cultura e le tradizioni del Sud. Fondamentale la costante ricerca delle ricette tradizionali locali, partita col perfezionare quelle familiari, così pure lo studio delle eccellenze dei prodotti campani, l’attenta selezione delle materie prime migliori e dei più affidabili fornitori, a garanzia dell’offerta.

L’accogliente e rinomato ristorante di Lusciano ospiterà nel corso dell’incontro eno-gastronomico, fortemente voluto dai Fusco, anche una parte dedicata ad aneddoti leggende e tradizioni della cucina povera napoletana e sul Baccalà, oltre che sulle pietanze che saranno presentate, alla riscoperta di un prodotto che vanta il primato di essere uno dei più antichi della cucina tradizionale delle Campania e dell’Italia. Interverrà Tommaso Esposito, autore dei libri “Il pesce e l’Olio” e “Baccalajiuoli” e giornalista; parteciperanno i Fusco, Di Filippo, Cannavale, Lange, Rocco e De Filippo.

Info e prenotazioni: BENVENUTI AL SUD, Viale della Libertà, 47 Lusciano 081 014 87 64

 
 
 

About the author

More posts by