Baccalà d’Autore

Il gelo nordico sposa le calde note mediterranee per una serata dedicata al Gourmet Islanda-Campania

Unione di intenti gastronomici e di gusti tradizionali tra la partenopea
Somma Vesuviana e l’irpina Mugnano del Cardinale per la serata monotematica dedicata al baccalà islandese in teresa-3programma il 9 febbraio all’Osteria La Lanterna di Marco Ferrara.
“Il baccalà ed i suoi interpreti” è un originale “sei mani” che vede impegnati gli chef residenti Luisa Evangelista e Stefano Parrella, insieme a Vincenzo Nocerino, della Locanda di Nonna Rosa.
Organizzato da Sergio Sbarra, l’Avvocato Gourmet, l’evento è dedicato al Baccalà islandese.
“Era da tempo che non organizzavo una serata del genere – esordisce Sergio Sbarra, civilista napoletano con una spiccata passione per la Alta Cucina – e per il mio ritorno ho pensato a qualcosa di speciale. Mi è venuto in mente il calore della Famiglia ed il freddo delle sere di inverno”.
“Ho pensato a due belle famiglie della ristorazione campana: quella di Enzo Nocerino di Nonna Rosa di Somma teresa-4Vesuviana e quella di Marco Ferrara della Lanterna di Mugnano e, pensando al freddo, mi è venuto in mente il mare profondo dell’Islanda dove viene pescato un fantastico pesce che, poi, una volta lavorato diventerà il baccalà”.
A supportare la serata, aziende leader del settore quali: Casa Setaro di Massimo Setaro per i vini, la Goeldlin Collection di Antonio Goeldlin che realizzerà delle giacche esclusive per la cena ed il Pastificio Gentile dei fratelli Alberto e Pasquale Zampino che fornirà la pasta.
Questo il menu elaborato dagli chef Evangelista, Parrella e Nocerino.
Entree: polpettina di baccalà in crosta di mais, su crema di patate al limone, piatto di Vincenzo Nocerino. Antipasti: teresa-2Carpaccio di baccalà marinato al tartufo nero di Bagnoli con riso selvatico, maionese all’aglio, insalatina di alghe nori e spugna di muscio (piatto di Luisa Evangelista e Stefano Parrella, come il Baccalà alla pertecaregna.
Primi: Candela spezzata del Pastificio Gentile con Genovese di baccalà, firmato da Vincenzo Nocerino; Ravioli di pasta fresca all’uovo ripieni di baccalà, scarola e noci, opera di Luisa Evangelista e Stefano Perrella.
È affidato a Nocerino il secondo: Baccalà con friariello e Grana Padano e cialdine di patate.
Il predessert vuole essere un omaggio degli chef alla Famiglia Zampino: una sorpresa strettamente legata alla tradizione del rinomato pastificio; poi Dolci fantasie per tentazioni golose che non mancheranno di conquistare i partecipanti: Deliziosa con mousse di baccalà scaglie di cioccolato, scorzette di arancia e limone caramellate con stoccafisso crudo bagnato nel fondente, ovvero un connubio di amorosi sensi tra il prodotto gastronomici principe della gelida Islanda e le calde e profumate note mediterranee.
In abbinamento, i vini di Casa Setaro: Caprettone spumantizzato, Munazei bianco, rosso, rosè.
Info: 0815111134 e 3892715968

A cura di Teresa Lucianelli

 
 
 

About the author

More posts by