A Capri un Amore di Cucina a prima vista al Relais Maresca

Capri, isola dell’amore, della passione, con i suoi colori ad acquarello, e ricca di vegetazione tipicamente mediterranea, riesce a far innamorare sempre, tutte le persone che la visitano solo per un giorno, oppure anche, per peppe-1tutta la vita. Non ci si stanca mai, di provare magiche sensazioni, nel percorrerla a piedi, tra le stradine panoramiche ricche di fiori, oppure nei piccoli autobus, o con i tipici taxi capresi, riscoprendo l’amore per la natura. Arrivare al porto e mischiarsi tra i numerosi turisti, ti fa riflettere e per un istante pensi, quanto sia stata tanto generosa madre natura, nei nostri confronti, a donarci questa incantevole isola. A coronare questo dono poi, ci sono tutte le strutture ricettive turistiche, che contribuiscono a renderla unica al mondo. Eleganti alberghi l’arricchiscono, con le caratteristiche terrazze che si affacciano sul mare, e uno di questi in particolare è l’Hotel Relais Maresca 4 stelle, a Marina Grande, a pochi metri dal porto, e dalla spiaggia, tra l’altro da poco ristrutturato, con arredi freschi, accoglienti, e decorato con maioliche vietresi, rispecchiando l’animo dei proprietari, che vogliono trasmettere semplicità, e ospitalità. Al Relais Maresca, percepisci da subito la cordialità e la gentilezza del personale, che ti mettono a proprio agio. Una terrazza, che ti lascia senza respiro, si affaccia sul porto, con vista sul Vesuvio e la costiera Amalfitana, dove ci si perde tra i colori pastello, indescrivibili di giorno e quello, delle candele soffuse di sera, che si mischiano peppe-3con le luci dell’isola, che la illuminano di notte. Tutto diventa ancora più incantato, quando in una sala ristorante elegantemente rimodernata, si degusta una cucina gourmet ricercata nei sapori, di Corrado Parisi, Chef Stellato della Terrazza Maresca Restaurant. Un connubio che ammalia i clienti, lasciandogli un ricordo visivo, olfattivo e gustativo, senza eguali, con la novità dell’estate 2017, che il ristorante è aperto al pubblico, e che quindi non è riservato solo a pochi ed esclusivi ospiti. Un concetto di vivere la ristorazione, in maniera aperta, e questo progetto, è nato da un casuale incontro tra l’imprenditrice del settore e socia del Relais Maresca, Antonella Tizzano, e lo Chef Corrado Parisi. “Un amore a prima vista” – secondo Antonella Tizzano – “di sensazioni ed emozioni nella condivisione di un “progetto-sogno” che aleggiava già da qualche tempo nell’aria, e che ha trovato la giusta materializzazione incontrando Parisi”. “Mi sono voluta fidare delle mie emozioni” – ha esteriorizzato l’imprenditrice Antonella con grande entusiasmo – “che ho provato nel conoscere lo Chef. Nel vederlo all’opera, ho verificato, un insieme di peppe-4professionalità, passione per la cucina e soprattutto la conoscenza tecnica delle materie prime che utilizza, che mi hanno incantato, trovando anche la giusta emozione, che stavo ricercando”. Corrado Parisi a capo del Ristorante Maresca, dopo un’attenta formazione in pochissimo tempo, del personale di cucina, che ora lo segue con grande entusiasmo e crescita, si prende cura degli ospiti, con una cucina sofisticata nella tecnica, senza modificarne i gusti e sapori. Tutto comincia, da una molteplice varietà di pane e grissini, dai diversi ingredienti, rigorosamente preparati in “casa”, che porta in tavola, per accompagnare i suoi piatti. Parisi, ama scegliere i prodotti con cura, che siano di alta qualità e legati alla propria regione di appartenenza, abbinando i gusti tradizionali della nonna, a cotture e tecniche di preparazione innovative. Antonella Tizzano e Parisi, in questa nuova collaborazione, non hanno tralasciato nulla al caso, dalla scelta dei calici per far degustare un ottimo vino a quella dei piatti per esprimere al meglio le emozioni del cibo, come anche un’attenzione riservata agli ospiti, mettendo a loro disposizione ventagli per le giornate calde oppure semplici occhiali da lettura, per chi all’occorrenza ne avesse bisogno. Lo Chef Parisi, è siciliano di origine (nato a Ispica nel 1978), e si è formato professionalmente, girando un po’ attraverso l’Europa, peppe-5portandosi sempre con sé un grande bagaglio di esperienze. Nasce come Pasticciere conquistandosi la medaglia d’oro al Sigep 2007, con lo zucchero artistico, e si avvicina poi anche alla cucina, raccontando, con i suoi piatti la storia dei sapori del Sud, con la maestria di chi ha viaggiato. Corrado ha definito la sua cucina “un viaggio di sapori, della propria terra, in un solo boccone”. Al Relais Maresca Restaurant, potete gustare, perdendovi tra una vista mozzafiato e il piacere dei sapori, qualcosa come, una delicata ricciola affumicata, polipo croccante, spaghettoni di Gragnano con anemoni e polvere di caffè, con deliziosi cannoli siciliani per finire in dolcezza, oppure con la “neve caprese”, un mix di zuccheri che scoppiettano in bocca, e lamponi. Una cucina fatta con il cuore, tanto da far nascere con Antonella un altro progetto, forse il più bello di tutti, che porta il nome “Il servizio del cuore” ossia la percentuale del conto, destinata al coperto e servizio, è interamente devoluta dal ristorante, alla Croce Azzurra di Capri, che vuole sostenere un taxi solidale, per finanziare gli spostamenti delle persone disabili. Un pranzo di degustazione è stato organizzato dall’imprenditrice Tizzano, per pochi ospiti molto critici e per sottoporre la cucina ad attente osservazioni di giornalisti e blogger e professionisti del settore, che hanno ampiamente approvato il nuovo format ristorativo dell’albergo, tra gli invitati: il Cav. Giuseppe Di Napoli, Past President e fiduciario AMIRA Campania; Dario Duro, Manager della ristorazione e Vice Fiduciario dell’AMIRA Campania; Chiara Pierro, Director of Comunication del Savoy Beach Hotel, Pestum (SA), Napoli da Vivere, il Blogg, che racconta Napoli e dintorni e ancora altri esclusivi ospiti. Sono sicura che tutto questo abbia stimolato la curiosità dei lettori, che possono tranquillamente provare delle semplici sensazioni, salendo sul primo aliscafo per Capri, poi dal porto, attraversare la strada, e godersi una splendida e indimenticabile cena gourmet, facendo stesso in serata ritorno a casa con l’ultimo aliscafo, per vivere in un solo giorno una favola indimenticabile, oppure meglio ancora soggiornare qualche giorno nella stupenda struttura testè descritta per visitare con più calma e godersi, almeno una volta, il piacere d’aver vissuto nell’isola più bella del mondo.
Sabrina Abbrunzo

 
 
 

About the author

More posts by